Sempre più di frequente le compagnie aeree modificano la composizione dei bagagli che possono essere imbarcati o registrati, gratuitamente o meno, sui propri aeromobili.
Tuttavia, se è vero che il numero di borse o valigie e il relativo peso è assolutamente discrezionale, esistono delle norme internazionali che regolano (ma soprattutto vincolano) il contenuto di tali bagagli.

Ciò è tanto più vero relativamente al trasporto di LAG (Liquidi, Aerosol, Gel) in cabina, tant’è che dal 31 gennaio 2014, sono entrate in vigore le restrittive regole, ancor oggi applicate, in attuazione del Regolamento (UE) 246/2013 del 19 marzo 2013.

In linea di massima i liquidi ammessi e le modalità di trasporto che il passeggero dovrà osservare sono specificati nel cartello informativo di seguito riportato.

L’ENAC (Ente Nazionale per l’Aviazione Civile) nel proprio sito ufficiale, da cui sono tratte le presenti informaizoni, fornisce inoltre utili consigli sul comportamento e sulle procedure previste all’atto dei controlli di sciurezza.

In particole, in Aeroporto, al fine di agevolare i controlli è obbligatorio:

  • presentare agli addetti ai controlli di sicurezza tutti i LAG trasportati come bagaglio a mano, affinché siano esaminati
  • togliersi giacca e soprabito: essi verranno sottoposti separatamente ad ispezione
  • estrarre dal bagaglio a mano i computer portatili e gli altri dispositivi elettrici ed elettronici di grande dimensione in modo da consentire il controllo di questi oggetti, separatamente dal bagaglio a mano. Se possibile separare la batteria dal dispositivo ellettronico.

Si noti che I LAG (Liquidi, Aerosol e Gel) comprendono:

  • acqua ed altre bevande, minestre, sciroppi
  • creme, lozioni ed oli
  • profumi
  • spray
  • gel, inclusi quelli per i capelli e per la doccia
  • contenuto di recipienti sotto pressione, incluse schiume da barba, altre schiume e deodoranti
  • sostanze in pasta, incluso dentifricio
  • miscele di liquidi e solidi
  • mascara
  • ogni altro prodotto di analoga consistenza (vedi link per i dettagli)

In aso di transito negli aeroporti comunitari per i passeggeri provenienti da scali extracomunitari, I liquidi acquistati presso duty-free shop di detti aeroporti extracomunitari (ossia situati al di fuori dell’Unione europea e al di fuori di Norvegia, Svizzera e Islanda) sono ammessi come bagaglio a mano se sigillati in appositi sacchetti (STEB) e contenenti la prova di acquisto (scontrino, ricevuta, fattura, ecc.). Negli scali di transito comunitari saranno sottoposti a controlli di sicurezza.

In aggiunta possono essere trasportati come bagaglio a mano:

  • LAG (Liquidi, Aerosol e Gel) contenuti in un sacchetto di plastica da 1 litro richiudibile
  • medicinali da utilizzare durante il viaggio e alimenti per l’infanzia (bambini di età fino a 10 anni)

In caso di dubbi, prima di intraprendere il viaggio è sempre bene rivolgersi alla propria compagnia aerea o all’agente di viaggio per le delucidazioni del caso.

Le informazioni ufficiali sono reperibili al seguente link : Trasporto di LAG (liquidi, aerosol, gel) in aereo

Ulteriori delucidazioni possono essere reperite tramite il seguente collegamento : FAQ relative al trasporto come bagaglio a mano di Liquidi, Aerosol e Gel (LAG)

Fonte : ENAC

Share This